N26 vs Hype quale  carta scegliere: sono sicuramente prodotti molto diversi, rispondono ad esigenze differenti che però potrebbero incontrarsi sotto alcuni aspetti.

Le caratteristiche principali di N26 e Hype

Iniziamo con una differenza tra i due servizi:  Hype è una carta prepagata italiana, mentre N26 è un conto corrente tedesco. Essendo un vero e proprio conto bancario, in teoria N26 dovrebbe fornire più servizi ma non è proprio così.

Hype permette infatti di pagare bollettini, MAV, RAV e ricaricare il credito del cellulare; il concorrente tedesco non ha stretto alcun tipo di accordo con i fornitori italiani, per cui i titolari del conto tedesco (N26) non potranno assolutamente né ricaricare il cellulare né pagare bollette.

Un vantaggio di N26 rispetto ad Hype è rappresentato dai limiti di operatività. La carta tedesca non ha un limite di ricarica annua (plafond), mentre il piano gratuito della prepagata italiana – dal nome Hype Start – consente di ricaricare fino a 2.500 € nel corso dell’anno solare. Non è possibile superare questa somma se non sottoscrivendo il piano a pagamento Hype Plus.

Carta Conto N26 Carta Prepagata HYPE
Carta conto N26 Carta prepagata Hype
  • Conto corrente con la semplicità di gestione di una prepagata
  • Domiciliazione SSD, accredito dello stipendio (o pensione), addebito rate
  • Ricevi denaro tramite bonifico
  • Richiedibile solo da maggiorenni
  • Contactless e compatibile con Apple Pay
  • Design black molto accattivante (stile business)
  • Garanzie e assicurazioni in versione You e Metal
  • Perfetta per una operatività esigente ed avanzata
  • Disponibile versione Business per freelance e ditte
  • Si tratta a tutti gli effetti di una carta prepagata dotata di IBAN
  • Domiciliazione delle bollette e accredito dello stipendio (Versione PLUS)
  • Ricevi denaro con bonifico, da un’altra carta, da un’altra HYPE, per contanti tramite Banca Sella
  • Intestabile anche a minorenni
  • Contactless e compatibile con Apple Pay
  • Design semplice e giovanile
  • Limiti di utilizzo in versione Start, perfetta in versione Plus
  • Ideale per l’utilizzo medio e quotidiano
LIMITI

  • Nessun massimo di plafond
  • Limite di pagamento giornaliero di €5000 e limite di spesa totale mensile di €20.000
  • Limite di prelievo giornaliero di €2500 al giorno
  • Bonifici ordinari fino a €50.000
LIMITI

  • Plafond ricarica massimo di €2500 sulla Start e €20.000 al mese e €50.000 annui sulla Plus
  • Limite di pagamento o trasferimento denaro di €999 sulla Start, nessun limite per la Plus
  • Limite di prelievo di €250 giornalieri per la Plus, €1000 sulla Plus
COSTI

  • Completamente gratuita nella versione nella versione Base, canone di €9,90 per la N26 You, €16,90 per la N26 Metal
  • Prelievi ATM in altre valute gratuiti per la N26 You e 1,7% di commissione per la Base e Business
  • Imposta di bollo di €34,20 in caso di giacenza media superiore a €5000

RICHIEDI LA CARTA

COSTI

  • Completamente gratuita nella versione Start, €1 di canone mensile per la Plus
  • Tutte le operazioni sono gratuite in Italia e all’estero
  • Nessuna commissione su operazioni con valuta differente dall’euro
  • Nessuna imposta di bollo

RICHIEDI LA CARTA

 

 N26 e Hype: Quali sono le differenze?

La carta Hype si avvicina maggiormente alla definizione della classica carta prepagata, pur possedendo diverse caratteristiche che la rendono molto versatile ed innovativa.

La carta conto N26, invece, è molto simile ad un conto corrente ordinario, pur avendo tutte le caratteristiche tipiche delle prepagate; aggiunge funzioni tipiche di un c/c come ad esempio la possibilità di eseguire operazioni quali la domiciliazione di SDD (ex RID) permanenti, accredito della pensione o dello stipendio oppure addebitare le rate di un finanziamento, ma non è possibile richiedere un libretto assegni.

Entrambe  le carte hanno collegato un codice IBAN che permette di poter ricevere bonifici per alimentare il conto corrente, oltre alla tipica ricarica per contanti o da altro c/c; solo nella versione Plus (a pagamento) la Hype permette la domiciliazione delle bollette o l’accredito dello stipendio.

La N26 ha la particolarità di avere i numeri in rilievo impressi sulla plastica della carta e, a differenza della Hype, può permettere, in alcuni casi e se la compagnia lo permette, di accedere al noleggio auto, dove sono espressamente richieste carte di credito o strumenti di questo tipo con i numeri in rilievo, pena la non concessione del mezzo (informarsi preventivamente in fase di prenotazione dell’auto).

Hype, offre la  possibilità di essere intestata ad un cliente minorenne, per la precisione a partire dai 12 anni; molto utile per un figlio, o comunque un ragazzo molto giovane, che può avere a disposizione uno strumento di pagamento veloce e facilmente accessibile nel caso, ad esempio, vada in viaggio.

Entrambe le carte mettono a disposizione un ottimo e funzionale servizio internet, o un’applicazione su smartphone (Android, iOS o Windows Phone), per il controllo del saldo e dei movimenti oppure per eseguire operazioni quali bonifici o ricariche. Nei negozi è possibile effettuare il pagamento avvicinando semplicemente la carta all’apparecchio POS sfruttando la funzione contactless.

Sia N26 che Hype sono compatibili con Apple Pay.

Tutte e due le carte possono essere richieste online tramite i siti ufficiali, la Hype in aggiunta può essere emessa anche recandosi presso uno degli sportelli di Banca Sella.

La N26 dispone della particolare funzione di anticipo denaro, fino a 500 euro, che si può richiedere in caso di emergenza di contante. La Hype, invece, permette di scambiare denaro in tempo reale utilizzando semplicemente la mail o il numero di telefono di un amico; un’ottima soluzione per non aspettare i tempi tecnici di un bonifico.

Altra caratteristica peculiare di Hype è quella di poterla mettere in inattività (bloccare temporaneamente) e riattivarla in qualsiasi momento direttamente dall’app.

Ridurre i costi: meglio Hype o N26?

Parliamo di costi, altro fattore da tenere sicuramente in considerazione. Entrambi gli strumenti offrono un profilo gratuito estendibile a pagamento in base ai servizi che eventualmente decidiamo di aggiungere.

Carta Hype Start e Plus. Il primo profilo (Start) è completamente gratuito ed ha un limite di deposito di 2.500 euro; questa soluzione si può perfettamente adattare ai minorenni o a tutti quei clienti con operatività limitata e non complessa.

La Hype Plus, invece, ha un canone mensile di 1 euro e il limite di deposito viene aumentato a 50.000 euro. Nessun costo di sottoscrizione e gratuite tutte le altre operazioni, compresi i prelievi in Italia e all’Estero.

Anche la carta N26 è molto competitiva a proposito di condizioni economiche, ma l’offerta è più ampia ed è articolata in tre profili: Base, You e Metal. Esiste inoltre una versione Business per la Base e la You: richiedibile da parte di freelance e ditte con partita iva.

La N26 Base non prevede nessun costo di sottoscrizione o canone mensile; i prelievi sono gratuiti sia in Italia che all’Estero esclusi quelli in valuta diversa dall’euro sui quali è prevista una commissione dell’1,7%.

Con profilo N26 You, a fronte di un canone mensile di 9,90€, è prevista l’esenzione della commissione sui prelievi in tutto il mondo e un pacchetto di offerte assicurative Allianz dedicato (copertura furto smartphone, viaggi, noleggio auto e tanto altro).

Con la N26 Metal aumenta il canone mensile a 16,90€ comprendendo, però, tutto quanto previsto per la N26 You, ma impreziosendosi con un supporto clienti dedicato e personalizzato, oltre che un pacchetto di offerte esclusive dai partner commerciali. Inoltre la carta è effettivamente di metallo, più pesante ma anche molto più resistente, caratteristica unica in Europa per questa categoria di prodotti.

Gli ultimi due profili hanno un vincolo contrattuale di 12 mesi. I profili You e Metal ovviamente non si possono paragonare a livello di costi alla carta Hype, ma vanno presi in considerazione nel caso avessi bisogno di un’operatività più ampia ed elaborata rispetto ad una normale prepagata.

Un punto di attenzione va posto sull’imposta di bollo. La N26 avendo un vero e proprio conto corrente collegato alla carta di pagamento, è soggetta a tale tassa che prevede, in caso di superamento di un saldo medio di 5.000 euro, l’addebito fino ad un massimo di 34,20 euro annui pagati trimestralmente.

Limitazioni di utilizzo

Concentriamoci adesso sui limiti di entrambe le carte.

La carta Hype, nella versione Start, può essere ricaricata per massimo 2.500 euro al mese, mentre la Plus 20.000 euro al mese con il limite di 50.000 euro l’anno. Il limite di pagamento o trasferimento denaro in uscita è 999 euro per la Start, nessuno per la Plus. Sempre 999 euro per i bonifici in uscita nella versione Start, e 4.990 euro per la Plus. Per quanto riguarda i prelievi ATM il limite è fissato a 250 euro giornalieri per Hype Start, che diventa 1.000 euro (500 euro ad operazione) per Hype Plus.

Con la carta conto N26 la situazione cambia leggermente; i prelievi giornalieri presso ATM sono concessi fino a 2.500 euro, i pagamenti fino a 5.000 euro e il limite alla spesa mensile totale è fissato a 20.000 euro. I bonifici ordinari in uscita sono eseguibili fino a 50.000 euro; se si utilizza MoneyBeam il limite è 1.000 euro se eseguito ad un conto della stessa banca, 500 euro se altro istituto bancario.

Conclusioni: N26 o Hype, quale scegliere?

È il momento di scegliere quale carta fa al caso tuo.

Dopo questo articolo dovresti avere finalmente le idee più chiare su questi due ottimi strumenti di pagamento. Il consiglio è di focalizzarti principalmente sull’utilizzo che ne farai piuttosto che sui costi o quant’altro. Meglio avere una carta, magari leggermente più cara che però possa permetterti di far fronte alle tue esigenze, piuttosto che uno strumento economico ma inservibile.

Riepilogando, N26 è un’ottima soluzione se ti serve un conto corrente con la maggior parte dei servizi abbinati, ma vuoi ridurre i costi, in quanto è una soluzione economica con una buona libertà di operatività; non è ancora in grado di sostituire un conto corrente ordinario in quanto manca di alcune funzioni importanti, ma oggettivamente non utili a tutti i tipi di clientela.

La carta Hype è perfetta nel caso avessi bisogno di uno strumento alternativo, a poco o nullo prezzo, ad esempio per eseguire degli acquisti online in sicurezza; oppure per tutti quei clienti con un’operatività molto semplice e limitata, come ad esempio può essere un minorenne, un ragazzo molto giovane o un cliente senza particolari accrediti o pagamenti da gestire.

Utilizzando i link qui in basso puoi iscriverti e ricevere dei bonus per l’iscrizione. 

💳 10€ Bonus con Hype ➡️ Clicca Qui

💳 N26: Una delle mie carte preferite ➡️ Clicca Qui

button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Leggi anche

Come eliminare le spese inutili e iniziare a risparmiare immediatamente

Iniziare a risparmiare eliminando le spese inutili Come eliminare le spese inutili? Se seg…