Sono in tanti a cercare metodi per guadagnare ma a pochi interessa come risparmiare, invece se vuoi una vita ricca, risparmiare è importante. 

Sai cosa significa vivere in stile minimal?  Il minimalismo è l’arte del vivere felice scegliendo l’essenziale.  Significa semplicemente fare spazio .

Significa vivere collezionando meno cose materiali, ma lasciando spazio alle esperienze e alle cose che contano realmente.

Molti pensano che il minimalismo significa eliminare tutto e vivere con lo zaino in spalla; beh, non è proprio così!

Il minimalismo ha più sfaccettature e ognuno di noi può scegliere quella che gli si avvicina di più. Noi di MyOhana.it lo promuoviamo come metodo per risparmiare, vivere felici e con e con più leggerezza.

Minimalismo significato: vivere con poche cose ma quelle giuste

Negli ultimi tempi sono sempre di più le persone che cercano di riempire i vuoti interiori, acquistando cose inutili. Mi dispiace dirti che tutto questo non ti aiuterà a sentirti meglio, ma peggiorerà le cose.

Non colmerai mai i vuoti che hai dentro in questo modo, anzi, quello che succede, è che si creerà più caos nella tua mente e il tuo portafoglio si svuoterà giorno dopo giorno.

Così come il silenzio fa bene alla nostra mente, anche gli spazi con meno cose ci aiutano a sentirci più felici e riaccendono la creatività.

Minimalismo una scelta di vita: 4 motivi per scegliere una vita minimalista

Voglio elencarti alcuni dei motivi per cui dovresti scegliere una vita minimalista.

  • Risparmi tempo e soldi:

Avere meno cose (e per cose intendo anche abiti), non solo ti aiuterà a risparmiare, ma ti aiuterà anche ad avere più tempo. Aprire e trovare un armadio in ordine ti farà sentire soddisfatto. Trovare gli abiti giusti, in maniera veloce e organizzata, infatti, diminuisce lo stress, regalandoti benessere e del tempo prezioso.

  •  Pulizie di casa in un attimo:

Avendo meno oggetti è molto più semplice e veloce fare le pulizie di casa. Mantenere una casa in ordine ci toglie del tempo prezioso, tempo che può essere condiviso con le persone che amiamo o dedicato a noi stessi e alle nostre passioni.

  • Mangiare bene ma il giusto:

Stiamo vivendo in un mondo dove il cibo a volte si butta e questo non è giusto, sopratutto se pensiamo alle persone che non hanno nemmeno un pezzo di pane. A volte, invece, ci capita di mangiare per sentirci meglio; anche in questo caso cerchiamo di colmare i nostri vuoti interiori. Devo ancora ripeterti che non funzionerà?

  • Aiutare chi ne ha bisogno:

Liberarci dal superfluo e vivere con quello che veramente ci serve, ci dà la possibilità di aiutare il prossimo. Infatti, possiamo donare agli altri quello di cui non abbiamo più bisogno o semplicemente possiamo usare il denaro con cui acquistavamo oggetti inutili e superflui, per aiutare i più bisognosi.

Come diventare minimalisti e vivere felici con poco

  • La prima fase è quella del “Decluttering”, il momento di liberarsi degli oggetti superflui. Fare decluttering (letteralmente “eliminare ciò che ingombra”). Inizia con il controllare ciò che non usi più, apri gli armadi e controlla le cose di cui non hai bisogno e inseriscile dentro una scatola. Fai lo stesso con la cucina, la sala, etc. Conserva solo ciò che ti emoziona; il resto buttatalo via o donalo senza ripensamenti.

 

  • Mettere ordine e organizzare gli spazi. Organizza nuovamente gli spazi, piegando i vestiti come se fossero origami. Organizza gli spazi nel modo più semplice possibile, scegliendo la giusta collocazione per ogni cosa.

 

  •  Vivi consapevole. Prima di acquistare qualsiasi cosa, chiediti se realmente ne hai bisogno. Il mio consiglio è quello di aspettare almeno una settimana e se ciò che hai adocchiato è davvero essenziale per te, allora tornerai ad acquistarlo; in caso contrario, lascia stare!

Arredi minimal chic: come creare un arrendamento minimal

Una casa minimalista è una casa in cui l’assenza conta più della presenza. Adolf Loss, pioniere del movimento, considera l’assenza di cose inutili “una prova di forza spirituale”.

Avere una casa minimal non significa creare ambienti sterili e impersonali, tutt’altro. Significa creare ambienti leggeri, ordinati e unici, seguendo alcune semplici regole.

Scegli linee essenziali, forme basic e colori neutri.

E’ proprio in questo modo che creerai un ambiente rilassante, facile da gestire e sempre ordinato. Il colore non è da escludere, anzi. Puoi fare la differenza con qualche tocco di verde. Puoi scegliere qualche pianta e dei fiori, oppure cuscini e quadri alle pareti.

Esalta tantissimo i rivestimenti, elimina le cianfrusaglie.

Un arredamento minimal deve mettere in evidenza le caratteristiche strutturali della casa (travi, mattoni, pavimenti, etc.); in questo modo, infatti, si crea una particolare eleganza. Devi rendere unici i rivestimenti delle pareti, con una carta da parati elegante o con un pavimento in legno; esalta le travi in legno del soffitto o i mattoni di un ambiente urban. Less is more.

Ordine e disciplina: il minimalismo ti aiuta anche a lavoro

Prova a pensare al tuo studio. Scartoffie e cartoleria, libri e cavi non sono certo un aiuto, anzi ti rendono meno produttivo e più distratto. Una scrivania più ordinata rispecchia una mente più ordinata e di conseguenza un lavoro organizzato e più efficiente.

Infrangi tutte le regole

Alterna spazi pieni e spazi vuoti per dare movimento al soggiorno e mettere in risalto le linee pulite e semplici del mobile TV o della libreria di design; crea angoli ricchi e colorati (ma non troppo!) a contrasto.

Pochi accessori, ma buoni.

Se proprio non vuoi rinunciare agli accessori, scegline alcuni, ma di alta qualità. Una scultura, un vaso di design, stampe o quadri. In un un ambiente minimal, la quantità di quadri alle pareti non dovrebbe occupare più del 20% dello spazio.

 

Puoi approfondire l’argomento del minimalismo leggendo questi libri:

Termino qui questa guida, sperando che questo articolo ti sia piaciuto e stato utile 😊

Ah, devo chiederti un favore!

Ogni volta che mi impegno nella stesura di questi articoli, lo faccio per tutti i lettori come te che sono interessati a ricevere utili consigli.

Ma avere un blog e mantenerlo, porta via tanto tempo; per questo la mia più grande soddisfazione è ricevere condivisioni e commenti di critica positiva (e negativa)!

Per questo ti chiedo se puoi condividere l’articolo o commentarlo con la tua opinione al riguardo. Se hai domande, non esitare a farle!

button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Leggi anche

Come eliminare le spese inutili e iniziare a risparmiare immediatamente

Iniziare a risparmiare eliminando le spese inutili Come eliminare le spese inutili? Se seg…