Ti piacerebbe smettere di vivere passivamente? Scopri come cambiare stile di vita e iniziare ad agire attivamente aiutandoti con la storia della rana bollita. 

Hai mai sentito parlare parlare di questa storia? Il filosofo americano Noam Chomsky usa questa storia per descrivere una parte della nostra società società.

Quella società composta da persone che accettano passivamente, il degrado, le vessazioni, la scomparsa dei valori e dell’etica, accettando di fatto la deriva.

Quelle persone che continuano a rimandare giorno dopo giorno, quelle azioni importanti, che permetterebbero loro di cambiare totalmente la loro vita. Iniziamo…!

Il Principio della Rana Bollita di Noam Chomsky

❝ Immaginate un pentolone pieno d’acqua fredda nel quale nuota tranquillamente una rana. Il fuoco è acceso sotto la pentola, l’acqua si riscalda pian piano. Presto diventa tiepida.

La rana la trova piuttosto gradevole e continua a nuotare. La temperatura sale. Adesso l’acqua è calda. Un po’ più di quanto la rana non apprezzi. Si stanca un po’, tuttavia non si spaventa.

L’acqua adesso è davvero troppo calda. La rana la trova molto sgradevole, ma si è indebolita, non ha la forza di reagire. Allora sopporta e non fa nulla. Intanto la temperatura sale ancora, fino al momento in cui la rana finisce – semplicemente – morta bollita.

Se la stessa rana fosse stata immersa direttamente nell’acqua a 50° avrebbe dato un forte colpo di zampa, sarebbe balzata subito fuori dal pentolone.”

🚫 Si può affermare che questa sia una metafora della vita (PS: non provate a replicare questo esperimento) 🛇

Accettare ogni cosa e adeguarsi, adagiandosi sul fondo e lasciando che le cose accadono è il modo più facile e veloce per distruggersi la vita e su questo non ci piove, ma davvero vogliamo sopportare fino a quando non brucia? Fino a quando la situazione non diventa più sostenibile?

Questo porta ad accumulare piccole dosi di dolore, piccole frustrazioni, che magari sul momento non crediamo neppure importanti o deleterie ma che a lungo andare possono sfociare in frustrazioni, depressioni e sostanzialmente all’infelicità.

Se accettate passivamente ogni cosa che accade non state vivendo, state solo sopravvivendo e lo scopo dell’uomo è “vivere”.

Voi state lentamente cadendo in quello che la psicologia definisce stress dormiente, quello che corrode lentamente, il più subdolo e pericoloso.

Non vivete la vita degli altri, non siete uno specchio, costruitevi la vostra vita, prendete le vostre decisioni, cambiate rotta, navigate in mari agitati, non sedetevi ad aspettare che l’acqua bolla… RISPETTATEVI, saltate via dalla pentola prima di finire bolliti!!

Luisiana Mocci Fondatrice di MyOhana.it, Autrice - Far parte di questa Community, significa migliorarsi ogni giorno, credere nel potere della formazione e lottare per un futuro migliore. Desidero che i miei lettori possano ottenere dei risultati reali grazie ai contenuti di MyOhana.it e possano migliorarsi continuamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Leggi anche

Come raggiungere i propri obiettivi in 5 semplici passaggi

Come raggiungere i propri obiettivi? Ci sono delle strategie o delle tecniche per ottenere…