“Anno nuovo vita nuova”! Capodanno è alle porte e come ogni anno ci troviamo a pensare a tutti gli obiettivi raggiunti e a quelli che, purtroppo, sono ancora dentro ad un cassetto. E scommetto che molti di voi sono lì a chiedersi: “Perché non riesco mai a raggiungere tutti i miei obiettivi?”

Purtroppo le cause sono sempre le stesse:

  • Scarsa gestione del tempo
  • Procrastinazione
  • Abitudini sbagliate
  • Paura di fallire

 

Sono passati quasi 365 giorni e 8760 ore, eppure i nostri buoni propositi sono rimasti nel foglietto in cui li avevamo scritti circa un anno fa; che ne dici di riprovarci seguendo questi consigli?

 

  1. Gestisci il tuo tempo

Gestire il tempo è qualcosa che ti farà sentire padrone della tua vita. Gestire il tempo ti aiuterà a capire che sei tu il creatore dei tuoi giorni. Il tempo va gestito: hai presente un’auto impazzita?  Ecco, il rischio di andare fuori strada è sempre alle porte! Per gestire al meglio il tuo tempo ti consiglio la Tecnica del Pomodoro! 

Leggi qui Come essere più produttivi con la tecnica del pomodoro.

 

“Dobbiamo usare il tempo come uno strumento, non come una poltrona”

Anno nuovo vita nuova : se vuoi veramente che sia cosi scopri qui il segreto.

 

  1. Smettila di procrastinare

La procrastinazione è una parente non molto lontana dalla “gestione del tempo”. La procrastinazione è una paura antica che nasconde un nostro grande potere, quello di comprendere che noi possiamo tutto, se veramente lo desideriamo. Di solito chi procrastina è qualcuno che preferisce rimandare a domani quello che potrebbe fare oggi e credimi…questo è il modo perfetto per incasinarti la vita. Rimandare ti aiuterà solo ad accumulare tante di quelle cose che, alla fine, finiranno per schiacciarti! Un buon metodo da seguire per smetterla di procrastinare è questa antica tecnica giapponese: il Kanban

 

 

  1. Coltiva buone abitudini

Coltivare delle buone abitudini non solo ci aiuterà a sentirci meglio, ma cambierà in meglio tutta la nostra vita. Sono le buone abitudini a fare di te quello che sogni di essere.

  • Fate due elenchi: in uno scrivete le buone abitudini che volete prendere e nell’altro le cattive abitudini di cui volete liberarvi. Non trattenetevi: scrivete tutte le abitudini che vi vengono in mente.
  • Numerate le abitudini secondo un ordine di importanza.
  • Scegliete da ogni elenco poche abitudini alla volta, anche solo una o due, e concentratevi su quelle. Poi passate alle successive.

Provare a sostituire una cattiva abitudine con una buona. Per esempio, se avete scritto tra le cattive abitudini quella di guardare la TV e tra le buone abitudini quella di sentire più spesso le persone a voi care, potreste fare così: quando ritornate a casa dal lavoro, invece di accendere subito la TV, contattate un amico o un parente e parlate un po’con lui. Ti consiglio di leggere anche: Creare nuove abitudini in 6 semplici passi per migliorare la propria vita

 

  1. Fallisci

Fallisci! Hai letto bene. Per eliminare la paura del fallimento devi capire che esso non è una cosa negativa, anzi… Le persone che nella vita hanno fallito in qualche progetto e non hanno smesso di riprovarci sono diventate persone di successo. La paura di fallire non li ha bloccati e nemmeno il fallimento lo ha fatto, perché è stato proprio quest’ultimo a spingerli a continuare. Il fallimento in sé non esiste, esiste solo il risultato di un’azione. Il fallimento non è altro che la prova che tu stai vivendo veramente. E non vergognarti mai di parlare di un tuo fallimento; piuttosto condividilo, perché potrebbe essere l’incoraggiamento giusto anche per chi ti ascolta ! Ricordate: Sbagliando si impara!

 

Ti consiglio di leggere :


Vincere la paura del fallimento. Superare ansie, timori e sconfitte per tornare a guardare al futuro

In questo manuale l’esperto psicoterapeuta Hans Morschitzky illustra cosa si nasconde dietro le paure più frequenti di fallire e ci incoraggia a essere più consapevoli delle capacità e dei punti di forza, ma anche dei difetti e delle debolezze che ci contraddistinguono. Non incoraggia a negare la paura, ma ad affrontarla e accettarla, senza dimenticare che a volte è proprio lei l’ingrediente segreto per risultati eccezionali.Solo venti passi – tanti sono quelli previsti dal “programma di addestramento” proposto dall’autore – ci separano dal poter finalmente dire “Ce la posso fare anch’io!”.

 

Vedi altri articoli che potrebbero interessare
Carica altri di MyOhana
Carica altri su MyOhana

Rispondi

Leggi anche

Come superare le avversità della vita, grazie alla resilienza. La lezione  di Sherlyl la numero 2 di Facebook.

Come superare le avversità della vita, grazie alla resilienza. Leggi la lezione  di Sherly…